Innovazione e tradizione per la conservazione programmata delle coperture

Innovazione e tradizione per la conservazione programmata
delle coperture di edifici storici

(restaurati e non restaurati)
2010 - 2011

 

Il progetto intende focalizzarsi sull'importanza - già dichiarata in numerose sedi nazionali ed internazionali - di una costante attività di manutenzione ordinaria su edifici storici (pubblici e privati) e di come tale attività assicuri il prolungarsi, nel tempo, di uno stato di conservazione ottimale del bene senza dover ricorrere a onerosi e invasivi interventi di restauro. Nello specifico si intende avviare - 'utilizzando' un determinato edificio storico (il Castello di Lurano) - tale attività 'virtuosa' attraverso la realizzazione di un Piano di Manutenzione, l'applicazione delle pratiche fondamentali di manutenzione ordinaria sulla parte dell'edificio che, per definizione, si identifica tra le prime e più importanti, in un ideale ordine gerarchico di importanza: le coperture. Punto di innovazione del progetto sarà lo studio, la realizzazione e la diffusione di una metodologia testata e sostenibile per la manutenzione ordinaria delle coperture.

Gli obiettivi specifici del progetto sono:


-realizzare ed applicare un primo Piano di manutenzione ordinaria indirizzato alle coperture - restaurate e non) di edifici storici,
-perfezionare, sperimentare e realizzare un sistema di sicurezza per la manutenzione ordinaria delle coperture (restaurate e non) degli edifici storici con particolare attenzione all'impatto estetico e con possibilità di specifica certificazione,
-realizzare un primo corso di formazione specifica di personale per la manutenzione ordinaria delle coperture degli edifici storici,
-elaborare un primo documento di valutazione economica sull'investimento necessario per una corretta attività di manutenzione ordinaria e sul risparmio in tempi medio-lunghi nei confronti di interventi di restauro non più necessari, -diffondere tale modello coinvolgendo gli enti preposti ed interessati.

Il progetto intende coinvolgere diverse professionalità e competenze (architetti, docenti, tecnici) al fine di restituire un Piano di Manutenzione - relativo alle coperture di edifici storici - che possa soddisfare una serie necessità ed aspettative nei confronti di coloro che adotteranno tale metodologia. La scelta del Castello di Lurano come bene su cui applicare vecchie, nuove ed innovative pratiche di manutenzione è sicuramente emblematica sia per la sua vetustà sia per il fatto di non aver subito interventi di restauro. Tale condizione, da un lato ne amplifica l’interesse come patrimonio storico ‘autentico’ e dall’altro ne richiama l’urgenza e la necessità di una attività di manutenzione ordinaria pianificata e continua. Lo studio e la realizzazione del Piano verrà inoltre affiancato da iniziative di carattere fortemente attuativo che coinvolgeranno le rappresentanze di categoria, le associazioni artigianali, le scuole edili e l'università.

I risultati previsti dal progetto sono:

- Realizzazione e diffusione di un Piano di Manutenzione delle coperture, informatizzato, gestibile anche da enti di piccole e medie dimensioni, scientificamente corretto, sufficientemente chiaro per i beneficiari a cui è destinato in prospettiva (proprietari/gestori di edifici storici sia pubblici/privati, uffici tecnici, parroci e responsabili di edifici storico religiosi, etc.), facilmente aggiornabile;

- Realizzazione di un sistema certificato di sicurezza che permetta la manutenzione ordinaria di coperture (restaurate e non) di edifici storici con minimo impatto ambientale e una attività concreta di manutenzione ordinaria secondo il Piano di Conservazione;

- Gruppo di giovani formati per una attività di manutenzione ordinaria di coperture (anche non restaurate) di edifici storici;

- Vasta diffusione di una prassi replicabile e innovativa di manutenzione ordinaria delle coperture (restaurate e non) di edifici storici;

 

  con il  contibuto di  

 

 

 

Menu orizzontale